Premio Arpea: il 26 agosto a Rocca di Mezzo la cerimonia finale

Sabato 26 agosto 2017 alle ore 16.30 presso la Palestra polivalente Lorenzo Sebastiani a Rocca di Mezzo, si svolgerà la cerimonia di premiazione del 4° Premio Nazionale di poesia, narrativa e saggistica “Mario Arpea”, promosso dal Comune di Rocca di Mezzo con i patrocini di Regione Abruzzo e Società Dante Alighieri, in collaborazione con il Consorzio per lo Sviluppo Culturale delle Rocche e la Pro Loco di Rocca di Mezzo.
La Giuria del Premio, composta da: Presidente onorario Antonio Coppola di Roma, poeta e giornalista; Presidente Alessandro Masi, Segretario generale della Società “Dante Alighieri”; Maria Teresa Giusti di Rocca di Mezzo, Prof. Associato di Storia contemporanea presso l’Università di Chieti, Prof. Daniela Quieti di Pescara, anglista e giornalista, ha selezionato le opere vincitrici tra i numerosi elaborati pervenuti da ogni regione d’Italia e ha proclamato i vincitori.
Per la sezione A) Poesia inedita in lingua italiana a tema libero: 1° premio a Emilia Fragomeni da Genova per la poesia “Dimmi”; 2° premio a Giuseppe Vetromile da Madonna dell’Arco (NA) per la poesia “Ho scritto abbastanza”; 3° premio a Monica Martinelli da Roma per la poesia “Scivolano a margine i ricordi”; 4° premio ad Agostina Spanuolo da Carapiglia Irpinia (AV) per la poesia “Datemi un motivo”; 5° premio a Mauro Corona da Roma per la poesia “Sui cauti moti del cuore”; Premio speciale della Giuria a Luciano Nanni da Padova per la poesia “Come un corpo, un grigio, un’isola vuota”.
Per la sezione B) Poesia dialettale dei dialetti d’Italia: 1° premio a Floredana De Felicibus da Atri (TE) per la poesia “Magge si’ tu”; 2° premio a Maria Carmela Mugnano da Roma per la poesia “I paràngüle”; 3° premio a Sante Diomede da Bari per la poesia “Timbe”; 4° premio ad Alfredo Panetta da Settimo Milanese (MI) per la poesia “Nto voscu ‘i ciribi’”; 5° premio a Franco Ponseggi da Bagnacavallo (RA) per la poesia “U m’è suzëst…”; Premio speciale della giuria ad Angelo Canino da Acri (CS)  per la poesia “Nu miràcudu a mmenza”.
Per la sezione C) libro di poesia edito non anteriore al 2012: 1° premio a Maria Lenti da Urbino per l’opera “Ai piedi del faro”; 2° premio a Lorenzo Spurio da Jesi (AN) per l’opera “Neoplasie civili”; 3° premio a Sandra Ludovici da L’Aquila per l’opera “Bubbolare d’ombra”; 4° premio a Marco Baiotto da Blessano di Basiliano (UD)  per l’opera “L’eredità della scienza”; 5° premio ad Angela Ambrosini da Città di Castello (PG) per l’opera “Ora è tempo di sosta”; Premio speciale della giuria a Enrico Bagnato da Bari per l’opera ”Il vento delle parole”.
Per la sezione D) Saggio edito o Narrativa edita non anteriore al 2012: 1° premio a Franco Campegiani da Marino (RM) per l’opera “Ribaltamenti”; 2° premio a Morena Sterpone da Casamaina di Lucoli  per l’opera “Il segreto dell’Albus shop”; 3° premio a Paolo Borsoni da Ancona per l’opera “Per tre cose vale la pena vivere”; 4° premio a Rolando Perri da Cosenza per l’opera ”Alla ricerca della lettera D”; 5° premio a Giuseppe Lagrasta da Barletta (BA) per l’opera “Italo Calvino. La città e la rivoluzione dello spazio interiore”; Premio e menzione speciale della giuria a Sonia Giovannetti da Roma per l’opera “Le ali della notte. Appunti di una settimana”.
L’Amministrazione Comunale di Rocca di Mezzo ha deciso di assegnare il Premio Speciale del Comune all’Associazione Sportiva Rocca di Mezzo Calcio a 5.
Il Sindaco Mauro Di Ciccio si è dichiarato molto soddisfatto del grande successo di partecipazione riscosso dal Premio e si dice sicuro che alla cerimonia di premiazione sarà presente, come per gli anni passati, un folto pubblico di concittadini e villeggianti.
Con questo concorso l’Amministrazione Comunale ha voluto onorare la figura e l’opera dell’illustre concittadino Mario Arpea, Professore universitario di diritto della navigazione, politico, poeta, scrittore e saggista, che con numerosi libri di poesia, narrativa e storia ha svelato gli aspetti più sconosciuti, intimi e sentimentali dell’Altipiano delle Rocche, “lo spirito dei luoghi” come egli stesso ha scritto.