Daniela Quieti

daniela-quieti

Daniela Quieti,  Presidente dell’Associazione LOGOS CULTURA e Direttore Responsabile dell’omonimo Periodico (iscrizione ordine giornalisti pubblicisti Abruzzo n. 143887), dopo gli studi classici si è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti-Pescara. Ha poi conseguito i diplomi di specializzazione per la “Conoscenza Storico-Geografica” e per i “Problemi della Decolonizzazione e Sviluppo dell’Africa” presso l’Istituto Italo-Africano di Roma, e di abilitazione all’insegnamento nelle scuole superiori dove è stata titolare di cattedra di Lingua e Letteratura Inglese in indirizzi sperimentali. È direttore editoriale della Pegasus Edition, cura le rubriche di cultura e tradizioni per le testate quotidiane online “Thema L’Informazione” e “Agricoltura Oggi” (quest’ultima è anche un Format Televisivo), nonché le rubriche rispettivamente di letteratura straniera per la rivista “Il Porticciolo” ed “Echi di riti e miti” per la testata “L’eterno Ulisse.

Ha conseguito gli attestati di frequenza dei Corsi per la Formazione Professionale Continua nel settore del Giornalismo indetti dall’ODG tramite SIGEF: La conoscenza delle carte deontologiche dei giornalisti 1 (2014); La conoscenza delle carte deontologiche dei giornalisti 2 (2014); Carceri e informazione: dalla presunzione di innocenza al diritto all’oblio (2014); Dalla Carta di Perugia in poi: informazione e malattia (2014); Carceri e Informazione (2014); Storia del Contratto nazionale di lavoro e libertà di stampa (2015); Istituzioni UE, fonti d’informazione e fondi europei (2015); Processo, diritto di cronaca e diritto all’onore (2015); L’Abruzzo e la storia contemporanea (2015); Dalla scena del crimine al delitto. I segreti della cronaca nera (2016); La parola giornalistica tra etica ed estetica: stereotipi e luoghi comuni su giornali e tv (2016); La democrazia mutante. Rappresentanza e forma partito al tempo dei Big Data (2016); La riservatezza, la sicurezza e l’anonimato delle fonti Web (2016); La Nuova Deontologia (2017); Il Testo Unico dei doveri del giornalista (2017).

Il suo curriculum include attestati di formazione didattica e per l’esercizio del volontariato socio-sanitario e culturale. È membro di giuria e consulente linguistica di noti concorsi letterari. Ha partecipato attivamente alle maggiori rassegne editoriali (Torino, Roma, Verona, Pisa, Milano, Pesaro, Londra, New York, Francoforte), delegazioni internazionali (tra cui il gemellaggio culturale con il Premio “Città di Penne-Mosca”, Mosca 2010, nella cui occasione è stata edita la raccolta Poesie che include sue liriche tradotte in russo), e convegni, quali: Poetesse d’ItaliaTributo a Elizabeth Barrett Browning (Firenze 2011); 25 anni in Rosa (Pescara 2012); Sulle orme dei Cavalieri (Londra 2012); Un evento italiano per i giovani: Economia, Ambiente, Bene Comune (Foligno 2013); Un evento italiano per i giovani: Il lavoro (Foligno 2014); San Bernardino da Siena Profeta oggi. Il vero significato del bene comune insegnato dal Santo di Siena (Pescara 2014); La buona mercanzia e l’elemosina. “Per lo bene comune si die esercitare la mercanzia” di  San Bernardino da Siena (Pescara 2015); Il cibo nell’arte e nella letteratura (Pescara 2016).

Ha pubblicato i libri di poesia I colo­ri del parco, Cerco un pensiero, Uno squarcio di sogno, L’ultima fuga; di narrativa Altri Tempi, Echi di riti e miti, Quel che resta del tempo, Atmosfere Dal mito alla storia; di saggistica Francis Bacon La visione del futuro, La travolgente domanda Cent’anni di Prufrock, Grendel e il Poeta Da Beowulf a Shakespea­re. Della sua produzione letteraria, anche tradotta in altre lingue, hanno scritto autorevoli critici. Ha vinto numerosi premi, tra cui Città di Pen­ne, Un Bosco per Kyoto, Città delle rose, Scriveredonna, Città di Empoli Domenico Rea, S. Margherita Ligu­re, Autori per l’Europa, Città di Pontremoli alla Cultura, Città di Cattolica alla Cultura, Parigi World Literary Prize alla Carriera.

http://www.literary.it/ali/dati/autori/quieti_daniela.html